Che cosa è il cofano funebre e come sceglierlo

Quando una persona cara viene a mancare, uno dei momenti più delicati da gestire è la scelta del cofano funebre: ne esistono differenti varianti, distinguibili sulla base della tipologia di sepoltura cui è destinata la salma del defunto
cofano funebre
Pubblicato il 22 Novembre 2021 | ultima modifica 22 Dicembre 2021

Cofano funebre: cos’è

Il cofano funebre, chiamato anche cassa da morto, è un contenitore in legno atto alla conservazione del corpo del defunto. Creato su misura, ospita la salma destinata alla tumulazione, all’inumazione o alla cremazione. Nel momento in cui il corpo viene deposto all’interno del cofano, quest’ultimo prende il nome di feretro.

La disposizione del corpo all’interno del cofano funebre è un momento solenne durante il quale parenti e amici rivolgono l’ultimo saluto al defunto. Per questo motivo, è necessario dedicare particolare attenzione alla scelta del cofano più adeguato. Generalmente, il corpo del defunto viene posizionato all’interno del contenitore ed esposto nella camera ardente.

Successivamente, viene trasportato nel luogo adibito alla celebrazione funebre alla presenza delle persone care e condotto al cimitero per l’estremo saluto. Il carro funebre viene trasportato dai necrofori, i quali trasferiscono il feretro dal carro funebre al catafalco, per poi proseguire verso il luogo di sepoltura.

In occasione di cerimonie funebri solenni, il cofano funebre viene adornato con accessori e fiori che omaggiano la memoria della persona venuta a mancare. Ciò accade, ad esempio, durante i funerali di Stato per i caduti in guerra: viene posizionata la bandiera nazionale sul feretro del defunto in segno di onore e rispetto, a ricordo dell’origine natia del veterano.

Guida alla scelta del cofano funebre

Quando si è chiamati ad occuparsi della scelta del cofano funebre, occorre tenere conto di alcuni aspetti, come il materiale della cassa. La scelta può essere rimessa alla famiglia, oppure può seguire le indicazioni testamentarie del defunto. Generalmente, il cofano funebre viene realizzato con l’impiego del legno. Si sconsiglia di optare per altri materiali, perché non idonei alla conservazione del corpo del defunto per lunghi periodi.

Il legno, come stabilito dal DPR 285/1990, è considerato perfettamente adeguato alla realizzazione del cofano funebre. La fabbricazione del legno è regolamentata dallo stesso Decreto e attuata nel rispetto della norma vigente. I cicli produttivi ai quali il legno viene sottoposto prima di essere lavorato per la creazione del cofano funebre sono numerosi: taglio delle tavole di legno, sezionamento, pulizia e scarto.

È richiesta una grande abilità manuale per la regolarizzazione delle angolature e delle varie componenti. Queste ultime vengono assemblate attraverso appositi banchi che conferiscono stabilità e resistenza alla struttura e che garantiscono il rispetto dei parametri di umidità imposti dalla Legge. Letipologie di legno tra le quali è possibile scegliere sono:

  • abete;
  • pioppo;
  • larice.

Se al legno dolce si preferiscono legni più robusti, la scelta può ricadere su uno di questi materiali:

  • olmo;
  • rovere;
  • mogano;
  • noce.

La scelta del legno da utilizzare per la realizzazione del cofano funebre dipende soprattutto dalla destinazione del feretro. Se il corpo del defunto è destinato alla cremazione, infatti, è consigliabile optare per un legno più leggero e meno lavorato. Se l’intenzione è quella di aggiungere maniglie o altri dettagli decorativi, è preferibile far ricadere la propria scelta su un legno massiccio, così da garantire una maggiore stabilità alle componenti aggiuntive. Se si vuole risparmiare sul costo del cofano funebre, è possibile optare per un legno grezzo.

Il legno, dunque, è il materiale da prediligere per la realizzazione di questo oggetto. È necessario, infatti, che il contenitore della salma sia resistente agli spostamenti e ai carichi, che possa essere facilmente sigillato prima della veglia e che garantisca un’ottima conservazione al corpo del defunto.

Personalizzare il cofano funebre: gli allestimenti

La maggior parte delle volte, i cofani funebri vengono realizzati a mano da artigiani professionisti. Ciò consente ai committenti di intervenire sulla qualità estetica del contenitore in legno richiedendo l’aggiunta di decorazioni di vario genere. La personalizzazione del cofano funebre, con riferimento all’allestimento interno e all’allestimento esterno, è il modo migliore per omaggiare in modo intimo e personale il defunto e la sua famiglia.

Per quanto riguarda l’allestimento interno del cofano funebre, è possibile scegliere il tipo di imbottitura. Generalmente, viene realizzata in seta, raso o cotone e i colori più indicati sono il rosa, il beige e il bianco. Inoltre, si ha la possibilità di richiedere l’aggiunta di drappi decorativi. Questi ultimi possono essere lisci, ricamati o adornati con pizzo. L’allestimento esterno del cofano funebre consente di optare per l’apposizione di incisioni, simboli, frasi o decorazioni intarsiate. In più, è possibile chiedere l’aggiunta di corone di fiori, cuscini funebri o di altre composizioni floreali per onorare la memoria della persona defunta.

Domande frequenti

A chi rivolgersi per l'acquisto di un cofano funebre?

Quando si organizza un funerale e si è chiamati alla scelta del cofano funebre da acquistare, è necessario rivolgersi ad un’agenzia di pompe funebri. Un personale esperto provvede ad indagare le necessità del cliente e mette a disposizione un catalogo contenente tutte le soluzioni disponibili, così da facilitarlo durante la scelta del cofano funebre più adeguato.

Cosa sono i piedini del cofano funebre?

I piedini sono delle strutture di appoggio per il cofano funebre, solitamente realizzate in legno. Si tratta di elementi accessori che possono essere integrati nella struttura per agevolare la messa a terra del cofano su superfici piane. Possono essere realizzati con forme, dimensioni e materiali diversi, a seconda delle proprie necessità.

Dove posizionare il cofano durante il funerale?

È preferibile posizionare il cofano funebre in prossimità dell’altare, se il funerale è con rito religioso. Nel caso, invece, di un funerale con rito laico, è possibile posizionarlo in uno spazio appositamente allestito per tale funzione. In ogni caso, il cofano funebre deve essere sempre posto in un luogo accessibile a tutti, così da permettere, a chi lo volesse, di raccogliersi intorno al defunto per un ultimo saluto.

Chi siamo Note Legali Privacy Cookie Policy

© Italiaonline S.p.A. Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.à r.l. P. IVA 03970540963